Esperienza Esame Impianti

Daniele

Membro
15 Febbraio 2015
7
1
3
- Prof: Cotroneo

- Data: 12/03/2021 Online

- Materiale utilizzato: Le slide messe a disposizione a mio parere sono insufficienti. Le ho trovate confusionarie e spesso poco esaustive, soprattutto se ad esempio si è persa una lezione. Ho utilizzato gli appunti di Mario Brescia (mancano alcuni argomenti come ad esempio il cloud) e quelli di Pafundi, Riccio, Russo.

- Esame: L'esame online avviene sulla piattaforma Microsoft Teams: non è possibile assistere agli esami e quindi farsi un'idea di come si comporta il prof. Viene creato un canale privato sul team del corso di impianti il giorno prima dell'esame con il calendario dei prenotati. Il giorno dell'esame non viene avviata una riunione unica come mi è capitato anche per altri esami online, ma riceverete una chiamata singola da parte dei due assistenti e del prof.
Nel mio caso ho ricevuto la prima chiamata da Liguori che si occupa dell'elaborato 3 della tesina. Vi fa parlare in generale di quello che avete fatto per poi farvi domande più nel dettaglio.
Mi ha chiesto:
-Perchè si fa la caratterizzazione di basso livello.
-DOE in generale, perchè si fa il DOE, differenza tra importanza e significatività nel DOE, che cos'e ANOVA e spiegazione test di Fisher.
Durata media 20 minuti.
Alla fine di questa fase vi viene dato un voto A,B,C che influenzerà le altre fasi dell'esame.

Dopo un po' di attesa si passa da Rosiello che si occupa della parte di Teoria delle Code. In questo caso, a differenza dell'esame in presenza, non viene data una traccia da risolvere ma è più una discussione su come risolveresti un esercizio e vi verrà fatta qualche domanda teorica.
Mi ha chiesto:
-Rete M/M/1/3: come la disegni, come si calcola la probabilità di blocco
-Mi ha poi condiviso una lavagna di Teams dove c'era disegnata una rete in cui c'era una coda M/M/1 la cui uscita andava in due diverse code M/M/1 (per intenderci, una two node tandem, ma con 3 code). Mi ha chiesto che tipo di rete fosse, come è possibile trovare il numero di utenti complessivo della rete.
Anche in questo caso vi viene dato un voto A,B,C.
Durata media 10 minuti.

Dopo un'ulteriore attesa, arriverà la chiamata da parte del Boss finale: Cotroneo. Questa parte dell'esame è "simile" a quella svolta da Liguori: vi dirà un punto della tesina e voi inizierete a parlarne in generale da qui vi farà domande teoriche più varie.
MI ha chiesto:
-Elaborato FFDA in generale, cos'è la FFDA e le varie fasi
-Reliability, come migliori la reliability di un sistema, differenza con la Safety
-Catena guasto-errore-fallimento
Durata variabile in base a quanto ha voglia di esplorare i misteri dell'universo quel giorno.

-Tesina: La tesina consiste in 6 elaborati da svolgere senza scadenza e da consegnare su Teams il giorno prima dell'esame.
1) Benchmark: Si deve applicare il benchmark Linpack su macchine diverse con dimensione crescente del problema e capire quello che sta succedendo, fare considerazioni sia visive che statistiche sulle prestazioni.
2) Workload Characterization: Viene fornito un dataset e bisgona caratterizzarlo applicando PCA e Clustering;
3) Capacity Test: Questo è l'elaborato più tosto di tutti. C'è una prima fase in cui dovrete effettuare la creazione di un test plan con Jmeter ed effettuare analisi di alto livello su client valutando il tempo elapsed e la latency e facendo anche qui varie considerazioni, analisi di basso livello su server su cui è installato un WebServer Apache collezionando i parametri con un utility come vmstat e generare un workload sintetico come fatto nell'elaborato 2. Dopo questo c'è una seconda fase in cui si effettua il capacity test vero e proprio. Si deve ripetere il test plan con dimensioni crescenti delle richieste al web server cercando di farlo saturare per valutare Knee ed Usable Capacity. Bisognerà poi andare a creare un DOE per studiare importanza e significatività;
4) Reliability: vengono assegnati 5 esercizi da risolvere;
5) FFDA: Vengono forniti dei file di log di due supercomputer e bisogna applicare le tecniche della FFDA rispondendo alla traccia che vi viene fornita;
6) Cloud: Bisogna creare un pool di macchine virtuali su Microsoft Azure, generare un load balancer e tramite Jmeter effettuare delle richieste al Load Balancer creato. Verificare come si comporta il load balancer al variare del metodo usato (None, Client-IP).

- Difficoltà: L'esame è complesso: c'è molto da fare e la tesina vi toglierà parecchio tempo. Inoltre spesso, ho trovato non chiaro il da farsi degli elaborati. La verità poi è che non c'è un modo giusto di farli: dovete essere voi che spiegate per filo e per segno quello che avete fatto, senza lasciare nulla al caso perchè vi verrà chiesto fino all'ultima virgola del perchè avete fatto una cosa.
Gli assistenti sono abbastanza tranquilli:
-Liguori è molto calmo e cerca di aiutare e mettere a proprio agio. Anche se non si sa la risposta oppure se non la si sa benissimo cerca di fare un esempio per aiutarvi a capire e dare la risposta.
-Rosiello è anche lui tranquillo, ma comunque le code sono un argomento vastissimo e noi ne vediamo solo una piccola parte. Cercate di capire bene il procedimento alla base piuttosto che ricordarvi le singole formule perchè spesso, capito a che coda si sta facendo riferimento, è possibile modellare gli stati del sistema e già qui dare una risposta utilizzando le equazioni di bilanciamento.
-Cotroneo: qua è un terno al lotto. Nonostante sembra farvi una domanda a cui voi sapete rispondere, può partire per voli pindarici passando a tutt'altro argomento che non c'entra niente con quello che vi ha chiesto prima oppure mettervi in testa dubbi che non dovreste avere. La strada corretta sembra quasi quella di cercare di "difendere" quello che avete detto (a meno che non avete detto una colossale balla). Può anche capitare che date una definizione corretta ma non è esattamente quello che il prof voleva sentire. In quel caso vi blocca prima di subito e inizia subito a "filosofeggiare". Sta a voi destreggiarvi.
 

Seguici su Facebook