[Info] Esame Analisi II (Barbagallo)

9 Marzo 2017
5
4
3
#1
Esame: Esame analisi 2 professoressa Barbagallo
Tempo impiegato per la preparazione: Preparazione: 2 settimane (nel complesso). Nel complesso perchè l'ho preparato durante il periodo estivo, tra una giornata a mare e l'altra, più i primi 10 giorni di settembre.
Traccia e/o domande ricevute all'esame: La traccia d'esame è molto standard, basata su 5 esercizi fissi + 1 eventuale bonus:
- Studio sulla convergenza di una serie di funzione (riconducibile a serie di potenza) o serie di potenza, rara la presenza della successione di funzione
- Studio dei massimi e minimi di una funzione a due variabili, con alcune varianti quali derivata direzionale, piano tangente, e massimi e minimi assoluti in un intervallo chiuso (quale quadrato o circonferenza)
- Integrale doppio, spesso risolvibile mediante coordinate polari e in pochi passi.
- Forma differenziale, con studio di chiusura ed esattezza, oltre che dominio. Determinare una primitiva della forma differenziale (in due variabili), con la variante (aggiuntiva) di determinare o un integrale curvilineo rispetto ad una curva da lei data della forma differenziale o calcolare la primitiva in cui va ad annullarsi (ossia valorizzare l'eventuale costante k che appare nella primitiva)
- Equazione differenziale/problema di Cauchy.
- Esercizio bonus (potrebbe anche non capitare, dipende come gli gira): le tipologie di esercizio bonus sono Flusso, integrale superficiale, studio di una curva (chiusura, semplicità e regolarità).
Libri e appunti utilizzati: per la teoria ho sfruttato gli appunti presi durante la lezione. Per le esercitazioni mi son servito di Cerroni, LessThan3Math (su youtube), e di alcune esercitazioni fatte dalla sua assistente in Aula, oltre che delle varie guide su YouMath con tanto di esercizi risolti. Non ho seguito il libro di testo (Analisi Matematica 2 di fusco, marcellini e sbordone).
Eventuali difficoltà riscontrate e/o osservazioni personali: L'esame in se e nel complesso non risulta difficile. La difficoltà principale nello scritto sta nei calcoli, spesso troppo lunghi e macchinosi (nella traccia di settembre addirittura nello studio di funzione uscì una derivata parziale di seconda lunga due righe). Ma nel complesso, nulla di complicato, se segue una seria esercitazione (molto vasta) per ogni argomento trattato nella traccia d'esame. L'orale è una formalità: lei, così come gli assistenti, non sono intenti a bocciare ragazzi, anche se il ragazzo si presenta con molte lacune. 3 domande su foglio, discussione quando si consegna il foglio su quanto scritto e su argomenti aggiuntivi, e successivamente decide il voto.
 

Seguici su Facebook